Lavoro domestico dignitoso e salario minimo: a che punto siamo in Italia e in Europa? - ASSINDATCOLF
:

Lavoro domestico dignitoso e salario minimo: a che punto siamo in Italia e in Europa?

Riguarda l'evento
Contatti
Partner

In Italia, a differenza della Francia, non esiste una legge che imponga un salario minimo garantito.

Nel settore del lavoro domestico i minimi orari al di sotto dei quali non è possibile scendere sono stabiliti per ogni singola mansione in sede di contrattazione collettiva dalle Parti Sociali.

Seppur fermo ormai da anni, il dibattito parlamentare che era stato avviato con l’obiettivo di approvare una legge sul salario minimo, fissava in 9 euro lordi il valore di riferimento.

Allora come oggi la posizione di Assindatcolf non è cambiata: nessuna modifica al rialzo dei parametri contenuti nel Ccnl domestico potrebbe essere considerata sostenibile dalle famiglie se non accompagnata preventivamente da una riforma del fisco, con l’introduzione della totale deduzione del costo del lavoro domestico.

Partner dell’evento

Contatti Stampa

Ufficio stampa Assindatcolf
Caterina Danese
3404862378
danese@assindatcolf.it