“La battaglia per sconfiggere la violenza di cui tante donne, ancora oggi, sono vittime indifese non può prescindere dalla lotta per l’emancipazione femminile. Nessuno lasci sole le donne quindi, anche sul versante lavorativo”. Così il segretario nazionale Assindatcolf, Associazione Nazionale dei Datori di Lavoro Domestico,Teresa Benvenuto, in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

“Per ribellarsi alla violenza serve coraggio, – ha detto Benvenuto – consapevolezza ed indipendenza: essere succubi del proprio carnefice, anche economicamente, aumenta il rischio di non farcela. Ecco perché le donne devono essere messe nella condizione di lavorare, devono poter scegliere la strada della carriera e della realizzazione professionale. Essere madre e moglie non può e non deve essere un limite personale. Ma perché sia davvero così ognuno deve farelasua parte, le istituzioni in primis, creando posti di lavoro e politiche di welfare adeguate, ma anche le associazioni come la nostra che alle donne devono continuare a dare voce, oggi così come tutti i giorni dell’anno”.   

 

 

.